Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® – matwork base, intermedio, avanzato e piccoli attrezzi

Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® – matwork base, intermedio, avanzato e piccoli attrezzi

€0
Categories:

About this course

Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® - matwork base, intermedio, avanzato e piccoli attrezzi

Data

25-26-27 ottobre 2024

Luogo

Hotel 90

Via Magliano, 62 – 70010 Capurso (Bari)

Crediti ECM

In omaggio il corso FAD

“La terapia Manuale osteopatica: dai principi al trattamento”

di 50 crediti ECM

Costo

€ 852,00


Promozioni attive

€ 852,00 € 792,00
solo per i primi 10 iscritti

Sconto studenti
€ 732,00

Presentazione del corso

Presentazione, storia e razionale scientifico

Questo progetto formativo dal titolo “L’evoluzione del Pilates in ambito riabilitativo: Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® matwork base, intermedio, avanzato e piccoli attrezzi” fa parte di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® che è un approccio alla tecnica Pilates integrata con le più recenti conoscenze medico-scientifiche. Elaborata specificatamente per l’utilizzo riabilitativo, essa permette di eseguire un trattamento terapeutico completo sia in ambito ortopedico che neurologico attraverso il recupero di un movimento funzionale ed efficiente privilegiando l’allungamento, la stabilizzazione e l’allineamento corporeo. Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® nasce dalla necessità di codificare un metodo riabilitativo basato sulle intuizioni di Pilates ma che soddisfi anche i criteri delle moderne ricerche in ambito medico-scientifico e che si differenzi da altri approcci con finalità più generiche nell’ambito del fitness o del benessere. Elaborato dalla fisioterapista Silvia Raneri, Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® ha l’obiettivo di restituire al paziente la miglior funzionalità motoria possibile quale che sia la sua patologia, ortopedica o neurologica, considerando sia le implicazioni fisiche che mentali e psichiche. Oltre a ciò, un’altra precisa finalità è quella di rendere il paziente autonomo nella gestione dei propri limiti e delle proprie potenzialità motorie nella vita quotidiana.

 

L’approccio metacognitivo di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® pone il paziente al centro del processo terapeutico: questo tipo di approccio, definito metacognitivo, tende a sviluppare nel paziente la consapevolezza di quello che sta facendo, del perché lo fa, di quando è opportuno farlo e in quali condizioni; tende a formare la capacità di essere gestori diretti delle proprie capacità, modificandole attivamente con proprie valutazioni e indicazioni operative. Così, attraverso la consapevolezza e la gestione diretta della propria motricità, il paziente può riconoscere, ridurre o eliminare i comportamenti compensatori da lui sviluppati e sostituirli con comportamenti più funzionali.

 

La struttura didattica

Il corso si svolge in modalità blended (FAD asincrono e Residenziale)

  1. Si inizia con un corso introduttivo in FAD asincrona composto da 11 brevi videolezioni raccolte in 15 video per una durata complessiva di circa due ore. Al termine della FAD asincrona, viene rilasciato il materiale didattico composto da 13 documenti di approfondimento per studio personale (protocolli riabilitativi, studi scientifici, bibliografia d’interesse etc.).
  2. In seguito ci sarà la parte in presenza della durata di tre giorni. Sempre in aula, verrà consegnato ad ogni discente: un set di piccoli attrezzi che include un magic circleuna banda elasticaun foam roller e una soft ball e il libro “Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® Matwork e piccoli attrezzi” manuale professionale per fisioterapisti edito da Piccin.
  3. Al termine del corso residenziale, dopo aver superato la prova di valutazione, oltre all’attestato di partecipazione viene consegnato ad ogni discente il diploma ufficiale Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® con numero progressivo, che certifica l’apprendimento della tecnica a corpo libero e piccoli attrezzi, ed autorizza ad esercitarla.

 

Obiettivi 

Al termine dell’intero percorso formativo il partecipante sarà in grado di:

• Aver acquisito conoscenze specifiche sulla tecnica Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® tali da riuscire ad eseguire una valutazione statica e dinamica del paziente secondo i principi del metodo

• Utilizzare la tecnica Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® per impostare un trattamento fisioterapico completo in riabilitazione ortopedica, neurologica e sportiva con sedute individuali e/o di gruppo

• Impostare un trattamento riabilitativo per patologie ortopediche e neurologiche selezionando e somministrando esercizi a terra, con piccoli attrezzi e con le adeguate manualità di assistenza

• Aver acquisito competenza nella conduzione della pratica terapeutica in base all’aggiornamento delle conoscenze e all’evidence based medicine

• Sviluppare il ragionamento clinico in modo da seguire il paziente dalla fase valutativa al trattamento e per stabilire una corretta prognosi funzionale

• Stimolare comportamenti e aspetti relazionali tra paziente e terapista

• Stimolare il paziente a prendere coscienza del proprio corpo, educarlo all’ascolto continuo delle proprie reazioni e delle posture mantenute nelle situazioni della vita quotidiana

Destinatari

Fisioterapisti, medici chirurghi, studenti

Programma del corso

Programma

  • FAD ASINCRONA – Le lezioni asincrone a distanza sono condotte dalla Dott.ssa Silvia Raneri, fisioterapista e ideatrice del metodo Pilates Fisios, secondo il seguente programma:

 Lezione 1 – Presentazione del corso
• Presentazione del corso introduttivo
• Obiettivi e finalità

 

 Lezione 2  – Il metodo Pilates
• Le origini del metodo Pilates


 Lezione 2/A  – Il metodo Pilates
• Il metodo Pilates originale


 Lezione 3 –  Le componenti del metodo Pilates
• Le componenti del metodo Pilates
• I grandi attrezzi Pilates: Universal Reformer, Cadillac, Ladder barrel, Step Barrel, Chair

 

 Lezione 3/A –  Il Matwork  e i piccoli attrezzi
• Magic circle, foam roller, rotator disk, bande elastiche, softball, surfboard Pilates Fisios

 

 Lezione 3/B –  Differenze tra l’utilizzo dei grandi attrezzi ed il matwork


 Lezione 4 – Il Metodo Pilates: fitness o terapia?
• Pilates: fitness o terapia?
• Obiettivi Pilates fitness vs obiettivi Pilates terapeutico
• Il metodo terapeutico Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®


 Lezione 5 – Differenze tra Pilates originale e Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®
• Pilates originale vs Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®
• Le differenze principio per principio:
– Baricentro vs stabilizzazione e funzionalità motoria
– Respirazione vs respirazione cosciente
– Precisione vs precisione e allineamento
– Controllo vs controllo motorio con approccio metacognitivo
– Concentrazione vs concentrazione sulla propriocezione
– Fluidità vs fluidità e coordinazione del SNC


 Lezione 6 – Principi fondamentali di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®
• Stabilizzazione e funzionalità motoria:
– Core stability
– Stabilizzazione globale
– Stabilizzazione vertebrale

– Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®  
• Respirazione consapevole:
– Come utilizzare la respirazione cosciente
– potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

 Lezione 6/A – Principi fondamentali di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®
• Precisione ed allineamento:
– Importanza della precisione del movimento e dell’allineamento dinamico
– Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® 
• Controllo motorio con approccio metacognitivo:
– Cosa si intende per controllo motorio
– In cosa consiste l’approccio metacognitivo
– Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®
• Concentrazione sulla propriocezione:
– Educare alla concentrazione
– Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®
• Fluidità e coordinazione del SNC:
– La fluidità e la coordinazione nel SNC
– Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

 Lezione 7 – Obiettivi, benefici e limiti di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®
• Obiettivi, benefici e limiti generali di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

 

 Lezione 8 – Indicazioni, precauzioni, evidenze scientifiche di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

• Alterazioni posturali e scoliosi

• Riabilitazione ortopedica

• Riabilitazione reumatologica

• Riabilitazione oncologica

• Riabilitazione neurologica

• Riabilitazione del pavimento pelvico

• Riabilitazione post-chirurgia cardiaca o toracica

• Riabilitazione geriatrica

• Riabilitazione sportiva

 

 Lezione 9 – Valutazione e trattamento

• La valutazione individuale:

– Anamnesi

– Valutazione statica

– Valutazione dinamica

– Come impostare un trattamento

 

 Lezione 10 – Presentazione di un caso clinico

• Anamnesi, valutazione statica e valutazione dinamica

• Trattamento

• Risultati

 

 Lezione 11 – Conclusioni e percorso formativo

• Conclusioni

• Presentazione del percorso formativo

• Materiale didattico

 

  • RESIDENZIALE IN AULA – Il corso in presenza, strettamente pratico, successivo alla FAD asincrona e della durata di tre giorni consecutivi è condotto dalla Dott.ssa Silvia Maria Raneri, fisioterapista e ideatrice del metodo Pilates Fisios, secondo il seguente programma:

 

1° giornata

8.30 – 10.30: Approfondimenti sui principi fondamentali del Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

Stabilità del core e funzionalità motoria, studi scientifici e modelli di funzionalità
• Modello integrato di funzionalità (Lee & Vleeming)
– Caratteristiche funzionali e meccanismi di stabilizzazione del core e del sistema globale. Ricerche scientifiche e considerazioni pratiche. Le abilità motorie e la loro acquisizione. Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® nella stabilizzazione locale e globale.

• Modello di stabilità spinale (Panjabi)
– Spinal stability system: sistema attivo, sistema passivo e sistema neurologico. Funzione normale, disfunzione, adattabilità. Miglior indicatore di instabilità. Termini e concetti di zona neutra, zona elastica e ROM fisiologico intervertebrale.
– Come ripristinare la stabilità vertebrale e ridurre l’ampiezza della zona neutra.
– Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® nella stabilizzazione vertebrale. Come educare alla stabilità e alla funzionalità motoria con Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®.
Respirazione cosciente
• Come aumentare la core stability con la respirazione.
• Come facilitare o sfidare la stabilizzazione globale e facilitare la mobilizzazione articolare attraverso l’uso della respirazione.
• Come educare alla coscientizzazione ed integrazione della respirazione col movimento in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®.
• Potenzialità di Pilates Fisios metodo S.Raneri® nella respirazione.
Precisione e allineamento
• Tensegrità e meridiani miofasciali di Myers.
• Decorso e funzione dei meridiani miofasciali.
• Riflessioni pratiche sull’utilizzo dei meridiani miofasciali per la valutazione statica e loro influenza nella scelta degli esercizi per il trattamento.
• Importanza dell’allineamento e della precisione durante il movimento.
• Come educare alla precisione del movimento e all’allineamento posturale dinamico in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®.
• Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® nell’allineamento e nella precisione del movimento.
Controllo motorio con approccio metacognitivo
• Le fasi dell’approccio metacognitivo.
• Come educare al controllo motorio con approccio metacognitivo in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®: il ruolo e le modalità di azione del terapista nella pratica del trattamento.
• Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silavia Raneri® nel controllo del movimento con approccio metacognitivo.
Concentrazione
• Focalizzazione dell’attenzione sulla propriocezione e uso delle visualizzazioni mentali.
• Come educare il paziente a concentrarsi sulla propriocezione in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®.
• Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® nella capacità di concentrazione e sulla propriocezione.
Fluidità e coordinazione
• Come educare il paziente alla fluidità e alla coordinazione motoria in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®.
• Il ruolo del ritmo nell’apprendimento di abilità motorie.
• Potenzialità di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® nella fluidità e coordinazione del movimento.
10.30 – 11.00: La valutazione statica
• Dimostrazione pratica11.00 – 11.15: Pausa Caffè11.15 – 13.00: Valutazione dinamica (prima parte)
• Dimostrazione pratica
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

13.00 – 14.00: Pausa Pranzo

14.00 – 16.00: Valutazione dinamica (seconda parte)
• Dimostrazione pratica
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo
16.00 – 16.15: Pausa Caffè

16.15 – 17.30: Valutazione dinamica (terza parte)

• Dimostrazione pratica
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

17.30 – 19.30: Matwork base (prima parte)

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di flessione (portare i fluidi via dalla testa).

Progressione base decubito supino/seduto

• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di estensione (svuotamento delle gambe da prono, svuotamento delle spalle da prono).

 

2° giornata

08.30 – 11.00: Matwork base (seconda parte)

Progressione base decubito prono
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione degli equilibri nella posizione sul fianco.
• Equilibrarsi attraverso i fluidi; scaricare la gamba alla spalla opposta.

Progressione base decubito laterale
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

11.00 – 11.15: Pausa Caffè

11.15 – 13.00: Matwork base (terza parte)
13.00 – 14.00: Pausa Pranzo
14.00 – 16.00: Matwork intermedio

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di flessione contro gravità (muovere i fluidi dalla spalla al fianco opposto; portare via i fluidi dai piedi verso la testa).

Progressione intermedia decubito supino/seduto
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione delle linee di forza delle braccia (dalla mano alla spalla; dal braccio al tronco).

Progressione intermedia decubito prono
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

Progressione intermedia decubito laterale
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

16.00 – 16.15: Pausa Caffè

16.15 – 18.15: Matwork avanzato (dimostrazione di alcuni esercizi a scelta ad interesse specifico dei corsisti)

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di torsione contro gravità (spostare i fluidi dal bacino alla spalla opposta).

Progressione avanzata decubito supino/seduto
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione delle linee di forza (dai piedi alla spalla controlaterale).

Progressione avanzata decubito prono
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

• Momento esperienziale di percezione ed integrazione delle linee di forza delle braccia (autopostura dal braccio al tronco).

Progressione avanzata decubito laterale
• Obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni.
• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.18.15 – 19.30: Esercizi di sensibilizzazione per il piano perineale

• Dimostrazione pratica.
• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo.

 

3° giornata

08.30 – 10.15: Come impostare un trattamento riabilitativo con Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

• Lavoro di gruppo supervisionato dalla docente con confronto e discussione.
10.15 – 10.45: Presentazione casi clinici

10.45 – 11.00: Pausa Caffè

11.00 – 12.45: Come impostare e condurre una seduta di gruppo con l’integrazione dei piccoli attrezzi. Esercizi con i piccoli attrezzi: magic circle, soft ball, foam roller, elastico

• Dimostrazione pratica degli esercizi.
• Analisi degli esercizi, apprendimento della corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia sviluppando un ragionamento critico finalizzato agli obiettivi del trattamento.

• Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo e pratica in gruppo.

12.45 – 13.00: Conclusioni, domande e risposte, moduli ECM, consegna dei diplomi in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® matwork base, intermedio, avanzato e piccoli attrezzi, chiusura del corso

Docenti

Dott.ssa Silvia Maria Raneri

Modalità di iscrizione e pagamento

Compilare la scheda di iscrizione sul sito ed effettuare il pagamento dell’acconto di € 70,00 tramite bonifico bancario intestato a:

GECO FORMAZIONE s.r.l.
IBAN: IT14C0200816202000105662110
BIC: UNCRTTM1590

Causale: Iscrizione corso Fisio Pilates

Il saldo può essere versato tramite bonifico una settimana prima dell’inizio del corso.

Richiedi informazioni

Per ricevere maggiori informazioni su questo corso, contattaci ai recapiti seguenti oppure lascia un messaggio.

info@gecoformazione.it

+39 347 8546818

Iscriviti al corso

L’evoluzione del Pilates in ambito riabilitativo ortopedico e neurologico “Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® – matwork base, intermedio, avanzato e piccoli attrezzi”

×